Monday, March 09, 2009

ORA VI RACCONTO UNA STORIA.....

Quel che ho visto oggi ha dell'assurdo, e mi ricollegherò anche al post precedente, ed ai suoi commenti.

La nostra storia comincia con un ragazzo di circa 37 anni, che per motivi di privacy chiameremo OPERAIO, che sta vivendo una situazione terribile sul suo luogo di lavoro, che comunemente chiameremo LA FABBRICA. In questa fabbrica, il nostro ragazzo sta vivendo una situazione di mobbing, portata da delle persone che definiremo CAPO'. Oggi l'operaio viene chiamato in ufficio dal suo Capò, e gli viene recapitata una lettera di richiamo per una produzione interrotta a cuasa di quasi trecento pezzi, di una staffa di supporto leggermente ammaccate,e per loro rese non idonee poichè non conformi al disegno. L'operaio si difende dicendo:

"scusate, ho perlato con il responsabile della qualità, e lui mi ha detto che poichè sono staffe di supporto din un elettrodomestico, le stesse vengono coperte dall'attrezzo, e comunque funzionano a dovere "

Il Capò risponde:
"Non mi interessa nulla di quel che dice la qualità, io sono il capo, e ho potere di contestare il tuo lavoro, e di affermare che i pezzi prodotti non somno idonei, perchè non hai effettuato il controllo orario degli stessi, perciò, avrai una lettera di richiamo per ciò, in più ci riserveremo il diritto di applicare l'adeguata punizione"

L'operaio risponde:
"Va bene, ho capito l'antifona, vi ho fornito l'opportunità di cogliermi in castagna, sciocco io a fidarmi visti i precedenti, ma non accadrà più, comunque, quando ho rovinato un altro lotto di materiale più pesante, nessuno ha proferito parola, dato che era una lavorazione che non potevo sostenere date le menomazioni subite.....però, in quel caso che è stato un tuo errore, è sparito tutto come per magia!"

Il Capò risponde:
" Non ricordo......ti stai sbagliando"

C'è da dire, che il nostro operaio, ha subito davvero delle menomazioni per il lavoro duro e logorante, che ha rovinato i suoi tendini, ma ai Capò questo proprio non importa, perchè hanno la facoltà di fare il bello ed il cattivo tempo sul posto di lavoro, poichè l'essere potenti, l'avere i mezzi per poter essere intoccabili, li rende invincibili, e d un povero operaio non può in nessun modo difendere i propri diritti dopo aver compiuto i propri doveri!

Allora cari amici operai ed imprenditori, vi sembra giusto tutto questo? Cari im prenditori, anche se direste che è giusto, vi rispondo non me ne frega un cazzo! Perchè vivere in una fabbrica non è facile, ci vuole pelo sullo stomaco, e la capacità di ingoiare quintali e quintali di merda! E credetemi vedere un amico che ti ha insegnato tutto sul lavoro, e tanto nella vita, trattato in quel modo, ti fa venire voglia di prendere tutti a calci in culo! IMPRENDITORI E OPERAI VENDUTI AGLI IMPRENDITORI!

Il lavoro deve essere qualcosa di gratificante, sul luogo di lavoro deve esserci tranquillità e serenità, e tra gli operai, e tra questi ed i loro capi, quando questo viene a mancare, il fragile equilibrio si rompe, e nulla può più risanarlo!

Pensateci e rifletteteci, riflettiamoci tutti, prima di agire e di aprire la bocca!

9 comments:

Arcadi said...

Vedi Peppe, ultimamente sto leggendo un libro che si intitola "il metodo antistronzi". Cosa bella è che tratta degli stronzi sia "imprenditori", sia "operai". Il problema fondamentale secondo me è, che molti "imprenditori", si soffermano sul fatto di essere manager dall'ugello Duro, distaccandosi completamente dalla realtà e contando soltanto i numeri del bilancio mentre, alcuni "operai", e sottolineo alcuni sennò qua "lu brudett ncù lu pescc s'arescall" si soffermano sul fatto di essere "non licenziabili" e si concedono pause, momenti sabbatici e varie. Ora, premesso quanto sopra, ti dico che il capo di cui parli è uno STRONZO puro e semplice e spero che prima o poi i dati di bilancio gli facciano fare la fine che sta facendo fare al tuo collega. Tutti, operai e imprenditori, dovrebbero imparare a formarsi, a comprendersi gli uni con gli altri, scoprire insieme come cazzo superare questa crisi, se realmente c'è e da che cosa è dovuta e "sporcarsi" insieme le mani nell'azienda. una cosa bella del libro e questa te la scrivo con piacere è che lo stronzo in fondo in fondo, ha una caratteristica naturale meravigliosa. Si decompone. Di al tuo amico di non mollare.

Peppone said...

Guarda, io lo so come dirigi la tua attività, e credimi, lo dico senza falsa modestia, invidio davvero i tuoi dipendenti, perchè nel tuo locale si respira davvero un aria di armonia e divertimento, ma ti assicuro che nella stragrande maggioranza dei casi, specialmente se ti trovi all'interno di un industria, la vita non è così semplice e tranquilla, il chiaro esempio ne è quello che ho scritto ieri, e viverlo di prima persona è davvero difficile, specialmente se su di te si ripercuotono le rappresaglie dei capi, soltanto perchè sei un amico di quell'operaio, quindi capisci bene perchè mi incazzo quando sento parlare bene di tutti gli imprenditori, perchè pochi sono come te, bendito o la mia amica Mariagrazia, la maggior parte sono come i miei capi. E allora, io mi sento in dovere di dire la mia, mas naturalmente non disdegno di dire che tanti, troppi operai, sono storti e fatti male, ce ne sono tanti anche da me, persone che non terminano mai un mese intero di lavoro, che vanno cazzeggiando invece di lavorare, e noi buoni operai dobbiamo lavorare per noi e per loro, gente che va a braccetto con i capi, facendo la spia sugli altri operai ecc. ecc.
E sono d'accordo con te quando dici che dovrebbe esserci più cooperazione, e sono d'accordo con Marco quando duce che noi operai modello dobbiamo godere dei nostri diritti, ,e credimi, quello di dovere effettuare un test tossicologico è un violare dei miei diritti, è come se qualcuno entrasse nel tuo locale, e chiedesse a Kant, o ad Antonio di fare un test per l'etilometro e loro fossero positivi.......MA CAZZO HO CENATO CON UNA PIZZA E MI SONO FATTO UNA 04 DI BIONDA......non me ne frega un cazzo! Siete licenziati!

Ci rendiamo conto? E ti assicuro che da me parecchi capi vengono ubriachi al lavoro, ma chi dirige fa finta di niente, altrimenti dovrebbero licenziarli, ma a loro non succede nulla, e inoltre combinano anche parecchi danni sotto i fumi dell'alcol, però noi dobbiamo fare i test tossicologici!

TI SEMBRA GIUSTO?

Arcadi said...

SArò sincero lo sai, perchè come ben sai, uno dei miei ragazzi (non quello di cui parlavo qualche post fa ma un altro) sotto evidente stato tossicologico ha avuto un grave incidente. Ora, scontato che sono 10 mesi ed ancora si riprende, scontato che per rispondere a qualcuno, l'INPS paga fino a 6 mesi, ma per non lasciarlo a terra, continuo a pagarlo lo stesso (un pò perchè sono pirla, un pò perchè sono buono) io credo che in Italia ci sia troppa esagerazione. TROPPA. La gente non ha più il senso della misura. Mi chiedi se sia giusto fare test alcolemici e tossicologici? da un lato sono d'accordo, perchè sono strumenti che da imprenditore userei per valutare magari personale che dovrebbe stare al comando, al di là della cannetta con gli amici (io non fumo neanche) che ammetto (fuori lavoro). DAll'altro so che qualche imprenditore "stronzo" potrebbe usare il tutto a discapito di qualcuno che non gli va a genio. L'armonia da me, c'è perchè parlo monto con i ragazzi e semplicemente, quando si lavora si lavora, perchè la barca deve essere tirata insieme o si va a casa. Poi, nel dopo lavoro, si finisce a gavettoni e Kantificazioni (a proposito si è fidanzato non svenire) quasi ogni sera. Io vedo così il lavoro....ed ho imparato a non giudicare mai. Ripeto, tieni duro, non mostrarti apertamente, lavora sodo, lo stronzo prima o poi si decompone naturalmente... :D

Peppone said...

Dici davvero? Kant si è fidanzato?......VAI GRANDE KANT! SU SU E VIA......

Marco Dale said...

L'INPS COPRE FINO A 365 GIORNI,riducendo dopo i primi sei mesi del 30% lo stipendio......
Cazzo sapendo queste cose potrei diventare imprenditore.......

by
QUALCUNO

Arcadi said...

@Marco Dale: e magari...

Marco Dale said...

Fondamentalmente lo sono.........DI ME STESSO!!! ;-)

Anonymous said...

Caro amico mio, io penso che ormai viviamo in un mondo di opportunisti dove non conta più l'onore, la dignità, la lealtà e la professionalità. Il sistema politico italiano ha creato il clientelismo a scapito dei suddetti valori dando terreno fertile a tutti quei "parassiti" che bloccano la crescita aziendale e sicuramente ci fanno regredire nel sociale. Purtroppo, aimè, quegli stessi valori distinguono l'uomo dalla bestia per cui non mi stupisce affatto vedere persone sentirsi dei piccoli Hitler!!!!Vedi amico mio è triste parlare di questo perchè io credo veramente che non sia giusto soprattutto pensando al mio bambino in prospettiva del futuro e cerco di insegnargli da adesso che vuol dire la vera amicizia, la dignità e il rispetto verso tutti. Tutto questo naturalmente a prescindere dal fatto che a me che sono il suo papà l'hanno messo nel culo anche i migliori amici! Caro Peppe forse anche tu sai che alla fine della storia io ne uscirò perdente e sicuramente ti chiederai a cosa sarà servito REAGIRE!!!!Ti posso dire solamente che nel mio piccolo ho contrastato il muro di omertà che ci circonda e con tutte le forze avrò dato una lezione di "vita" a molti tra cui la persona più importante della mia vita, MIO FIGLIO. Ti voglio bene!

Peppone said...

Amico mio, hai ragione, forse alzare la testa e dire basta non paga, fprse reagire è la cosa sbagliata, lasciandosi scivolare la vita addosso, forse essere la sabbia nell'ingranaggio bem oliato è controproducente, ma ce lo siamo detto troppo spesso, la gente genuina come noi non può, anzi, non deve chinare la testa e dire solo obbedisco, perchè per noi è meglio essere schiacciati, con la testa nel fango, maltrattati, ma con la vittoria, e l'onore di aver fatto la cosa giusta, e a prescindere da come potrebbe volgere la situazione, sono sicuro, che crescendo con i giusti valori che gli hai trasmesso, tuo figlio potrà soltanto dire, ed ammettere a se stesso e a tutti di essere fiero di suo padre. Ce lo siamo detto spesso, "mai mollare" amico mio, e gente della nostra pasta non molla mai, ti voglio bene anche io........al tuo fianco fino alla fine!!!!