Wednesday, July 08, 2009

PENSIERI E PAROLE...atto terzo



Ho appena finito di lavorare, e seduto fuori dalla fabbrica, annoto sul mio cellulare quel che i miei occhi vedono. E' quasi l'imbrunire, e tra rumori e stanchezza, un cielo da dipinto ottocentesco cattura la mia attenzione. Le sue sfumature rossastre, ambrate, rendono le nuvole quasi vive, nembi in movimento tendenti allo sfaldarsi, fragilmente ed inesorabilmente, sullo sfondo di un turchese pastello, somigliante quasi ai disegni fantasiosi di mia nipote. Davvero suggestivo, e devo ammettere che dopo una giornata così calda e stressante, questo splendido quadretto è come balsamo per occhi e cuore. E allora forse sorridere diventa meno difficile per me....infine giunge la sera, portando al termine la pesantezza della giornata lavorativa, con la sua stanchezza scivola via insieme all'acqua ed il sapone dopo una rigenerante doccia. Ed ora in macchina, con i finestrini aperti a dissetarmi di vento, come dice Baglioni! Diretto a casa, dove mi attende un disegno che ho abbozzato stamattina, per gli amici di Acme fumetti, e per la manifestazione che si terrà questo fine settimana. La radio canta, ed il mio motore mangia l'asfalto salutando questo giorno che muore, e aspettando il prossimo che nascerà.



A proposito, in anteprima vi propongo il disegno menzionato poco sopra, spero possa piacere

5 comments:

mariagrazia said...

COMPLIMENTI PER IL DISEGNO.....BELLO...

ANGELO said...

......tanto lo so che questo batman per te sono io ....... ti aspetto in negozio.

Peppone said...

Angelo grazie del commento, è davvero una sorpresa, guarda, se venissi vestito da batman potrei non resistere al fascino del mantello dell'uomo pipistrello!

Peppone said...

Naturalmente Mariagrà ringrazio anche te, è davvero raro che un mio disegno ti èpiaccia così tanto, grazie, davvero

Arcadi said...

altolà.... io sono il vero Batman... bello peppò...