Saturday, November 22, 2008

QUASI TRENTA




Tra qualche ora mi appresterò a compiere il traguardo dei trent'anni. Inevitabilmente comincio a pensare che un altro anno è passato, lo faccio per ogni mio compleanno, ma questo è un po' più particolare di tanti altri.
E' proprio vero che arrivati a questa età, cominci a fare un bilancio della tua vita, metti sul piatto della bilancia quel che hai combinato, nel bene e nel male, quali alte vette hai raggiunto, e quali profondi baratri hai toccato, e generalmente se i primi hanno superato i secondi, il tuo bilancio è in attivo, se le due opzioni si compensano, ci sei andato in pari, ma se le seconde superano le prime.....be, allora il tuo bilancio mio caro è nettamente in rosso, e rispecchierebbe quel che nel mondo sta accadendo. Sicuramente questa non è la mia situazione, poichè se pur pessimista quale sono, tendente a vedere il bicchiere sempre mezzo vuoto, vi dico che tranquillamente stavolta è mezzo pieno.
Continuando con questo discorso da marketing, al peggio, il mio bilancio è dunque in pari, e spero che entro la fine di questo 2008 piuttosto positivo, la mia azienda possa continuare a crescere.
Va bene, ora basta con questo linguaggio! Tante sono le cos positive della mia vita, la mia famiglia,mio padre e mia madre, che mi sopportano e mi amano, i miei fratelli e le mie cognate, la mia dolcissima nipotina Aurora, che a breve avrà o un fratellino, o una sorellina, che contribuirà qualunque sesso abbia, a svuotare ulteriormente il mio portafogli, i miei amici,quei pochissimi stretti, unici, e loro sanno di chi sto parlando, che mi sono sempre accanto, nella gioia e nel dolore, in salute e malattia, finchè morte non ci separi, i miei cani e gatti, che danno amore incondizionatamente, e tanto altro.
Di contro è inevitabile, non sentire un piccolo vuoto dentro, dovuto ad altre situazioni, un lavoro tornato ad essere quasi precario, data la situazione italiana e mondiale, il non avere, e questo forse è il vuoto più grande, una persona con cui condividere le tante gioie e i pochi dolori......non ci avevo mai pensato prima, ma ora, da un po' di tempo a questa parte, comincio a sentirne quasi il bisogno, saranno i trenta che pesano sulle mie spalle?
Non so......ma se sei li fuori, da qualunque parte.....io ti sto aspettando......

4 comments:

Marco Dale said...

A-U-G-U-R-I.........................chi mi fi magnà????????????
E non essere volgare!!!!

Tencar said...

Rinnovo gli auguri :)

Arcadi said...

Vedi Peppe caro... detto dall'alto dei miei futuri 34(tra una 20 di giorni), avendo passato Pasqua Indenne insieme a Carcasso, so di essere quasi eterno.Un consiglio, negli anni a venire, non guardare se il bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto, bevilo. Bevilo e basta. Il passatto è cenere. il presente è cenere, visto che l'hai appena bruciato. Interessati del futuro e porta in attivo l'utile. Oggi, all'alba dei tuoi 30 anni, è il primo giorno di tutta la vita che ti resta da vivere.....e cosi per ogni giorno. ogni giorno è il tuo primo giorno. Auguri amico mio e non disperare, l'altra metà del tuo cielo verrà presto. Arcadi

Peppone said...

grazie a tutti, vi voglio bene amici