Friday, November 07, 2008

PIU' CONOSCO GLI UOMINI, E PIU' AMO GLI ANIMALI



Questa frase fatta l'abbiamo usata almeno un milione di volte, ma in ogni caso è sempre nuova ed attuale, è proprio in questi ultimi giorni che a casa mia, noto ricovero per ogni sorta di animale, sono arrivati tre nuovi trovatelli.
Ebbene sì, qualcuno ha deciso che non poteva, o non voleva più tenerli, ed ha lasciato nei pressi di casa mia tre micetti di circa tre mesi di vita.
Naturalmente mia madre, che si farebbe ammazzare piuttosto che rifiutare di adottare nuovi animali, ieri mattina addirittura la femminuccia del gruppo, me l'ha ficcata nel letto!
E' chiaro che ormai i tre fratellini, fanno parte della grande famiglia, e così, siamo di nuovo alle solite, farli ambientare con gli altri due gatti, ovvero BEN ed ELVIS, ma soprattutto farli fraternizzare con tutti i cani, ma non tanto per quest'ultimi, che sono abituati ad avere gatti per casa, quanto per loro che non sono abituati a vivere con i cani.
Quello che mi fa specie, è capire perchè che li aveva li abbia lasciati.....perchè sono sicuro che li abbia abbandonati qualcuno? Perchè sono troppo abituati a stare in casa, e soprattutto si fanno prendere e coccolare troppo facilmente! Soltanto MACCHIA è un po forastico! (termine con cui il pescarese descrive un gatto un po' troppo selvaggio)
RINA e GIOTTO invece sono molto più coccolosi, vi lascio qualche foto per farveli conoscere.


questo è GIOTTO, diminutivo di griGIOTTO


questo è MACCHIA


e lei è RINA, diminutivo di neRINA



Come si fa ad abbandonare delle palline di pelo così dolci e indifesi?

11 comments:

Anonymous said...

Fratè, tu pensa se li avessero abbandonati nelle vicinanze della casa di Alvin....ora che deve fare pratica per la patente!!!! Sai cosa miagolano i gatti quando vedono Alvise? Alvin....SUUUUKAMAO!!!!
Ciao by Carcasso

Peppone said...

non ricominciamo co sta storia per favore, se intorno casa di alvin ci stanno gli stronzi, qui da me no!

sukkimilla!

Anonymous said...

....E anche tu c'hai raggggioneeee!!!!
Comunque gatti o non gatti....ULIVO....ULIVO....ULIVO....!!!!
Ciao by Carcasso

claudioanarchico said...

....Ulivo....Ulivo....Ulivo....

Marco Dale said...

come direbbe mia madre:
'NDE BILL!!!
Tradotto:Quanto sono belli.
Ulivo...Ulivo...Ulivo...Ulivo...

Peppone said...

A Marcvo eccheccazzo ti ci metti pure tu!

Ulivo...Ulivo...Ulivo...

Marco Dale said...

mi ci metto anch'io in cosa?
Ulivo.......Ulivo.......Ulivo.......Ulivo...

Peppone said...

A scrive sto cazzo di...

...Ulivo...Ulivo...Ulivo...Ulivo...

claudioanarchico said...

...Ho visto un uomo....Ho visto non ne sono sicuro un uomo...Ho visto ma non ne sono sicuro...Un malato su un albero di ulivo...Ho visto un uomo stanco malato...
Ulivo...Ulivo...Ulivo...La malattia non è sempre un male...Ho visto...Ulivo...Ulivo...Ulivo...

Marco Dale said...

Gesù uscì coi suoi discepoli per andare al monte degli olivi, in un podere chiamato « Getsemani »
C'erano tutti, tranne il traditore.
Gesù prese la strada solitària che conduceva alla fontana di Siloe; uscì dalla porta della fonte ; s'inoltrò nella stretta valle del Cedron ; attraversò il torrente ; rimontò il corso delle acque; raggiunse il Getsemani.
Il cammino dal cenacolo al Getsemani fu una comoda passeggiata: si trattava di fare 1200 metri in linea d'aria, che vuoi dire, a piedi, circa 1500 metri.
Erano le ore 23.30 circa; la notte, chiara; l'aria, primaverile; la zona, deserta: tutti erano nelle proprie case.
Ad un tratto un uomo barbuto urlo squarciando il silenzio della notte:ULIVO....ULIVO....ULIVO....

Peppone said...

E quando il barbuto si avvicinò, il figlio dell'uomo disse lui....." in verità, in verità ti dico, oh uomo barbuto, cosa posso fare per te, come può il figlio dell'uomo aiutarti....."

Ed il barbuto rispose all'agnello di Dio....."aiutami.....aiutami a raccogliere tutto questo....Ulivo...Ulivo...Ulivo...Ulivo...