Thursday, May 07, 2009

WEAPON X


da pochi giorni è uscito nella sale cinematografiche, l'ultimo film che ha per protagonista un super eroe, nello specifico l'artigliato canadese che risponde al nome di Logan, o meglio.....WOLVERINE!
Nell'immaginario collettivo, questo eroe un po' atipico, ha catturato il cuore di tutti, ma chi come me lo conosce ormai da anni, sa che questa è solo la punta dell'ice berg.
Da qualche giorno, ho cominciato a leggere una vecchia serie della Play Press, che ho comprato in blocco a Lucca comics, e con questa praticamente ho quasi chiuso tutto il filone dei mutanti Marvel, editi in Italia, questa serie chiamata appunto X-Marvel, è stata per tanto tempo la serie gemella degli x-men targati star comics, e marvel Italia poi, ed al suo interno, vi erano serie come X-factor (il reality ha copiato il titolo alla serie della casa delle idee) Nuovi mutanti, e tanti altri, e per la prima volta in Italia al suo interno, venne pubblicata una delle storie più belle del mutante con gli artigli, niente popodimeno che......le sue origini! O per lo meno una parte.
Arma x, o Weapon x se preferite, narra dell'esperimento che trasformò Logan, un iracondo e violento ex agente segreto, che viene costretto a subire un esperimento genetico, che lo avrebbe reso, secondo i suoi aguzzini, l'arma perfetta! Il professore, il dott. Cornelius, e, l'asistente Hines, non sapevano una cosa fondamentale, che il soggetto da loro catturato in realtà era un mutante, capace di rigenerare in maniera quasi istantanea, i tessuti feriti.
L'esperimento consisteva nell'infondere l'adamantio (metallo virtualmente indistruttibile) allo stato liquido, nelle ossa del soggetto, ciò portò a due fondamentali scoperte, la prima;
Il soggetto regrediva ad una stato animalesco primordiale, il secondo;
improvvisamente da entrambe le sue mani, fuoriuscivano tre affilatissimi artigli, capaci di tagliare ogni cosa! Grazie ad un potentissimo controllo mentale, la bestia venne posta ai servigi dello staff, che ne abusò in esperimenti e battaglie simulate, atte a testare l'effettiva potenza dell'arma perfetta......ma qualcosa va storto, e la bestia, in un piccolissimo frangente.....riesce a riprendere il controllo delle proprie volontà, e Logan, urla tutto il suo dolore, la sua vita non sarà mai più la stessa, i suoi ricordi cancellati, la sua furia quasi indomabile, ma la domanda è......riuscirà l'uomo ad avere il dominio della bestia?

Storia perfetta, impeccabile, che fa luce su alcuni punti nella vita dell'eroe, ma che crea ombre ben più grandi delle verità svelate, ai testi e alle matite un vero maestro dell'arte dei comics, l'Inglese barry Windsor Smith!
uno dei più grandi autori completi mai esistiti, che maggiormente ha legato il suo nome alle gesta di conan il Barbaro, e ai mutanti di casa Marvel, e devo ammettere che la sua opera immensa, è pura gioia per gli occhi, tavole di una bellezza disarmante, capaci di farci comprendere ciò che accade anche senza l'aiuto dei dialoghi, il tutto arricchito dal fascino che è riuscito a creare intorno al personaggio dell'irascibile canadese, insomma, una lettura che consiglio anche a chi non è appassionato di fumetti!

2 comments:

Anonymous said...

Weapon X (dove "X" non rappresenta il fattore mutante....ma in numeri romani il DECIMO TENTATIVO!!!!), insieme a quello comunemente definito come "ciclo di Madripoor", sono la dimostrazione che il fascino di questo personaggio non stà nella ferinità o nell'essere una bestia, ma nella scaltrezza, nella coerenza, nella fragile umanità (paradossale per un mutante) che si nascondono dentro l'animale.
Purtroppo come tutte le cose belle, se ne stà abusando e oramai il personaggio è un pò troppo sputtanato.
Ciao cocchi by Carcasso

Peppone said...

Basti pensare alla sovraesposizione del personaggio Wolverine nell'universo marvel! Le varie origini rinarrate, le fini, le vie di mezzo, i vecchi Logan, e tutte le bagianate che lo accompagnano, ma in questa storia, c'è tutto quel che occorre sapere di questo personaggio, il mistero che si cela dietro questa figura enigmatica, ma anche un po' emblematica......sicuramente enigmatica....ma anche un po' emblematica (x Marco)!

Scherzi a parte, mi diletto nel rileggere vecchie storie, che mi danno ancora e di più di quelle nuove, il sapore della Marvel, e per me, fa fede questa inimitabile storia, come origine del personaggio!