Tuesday, January 13, 2009

A SILVIO.....con tante tante tante scuse a Giacomo Leopardi



A Tito Silvio

Mi indigno, mi offendo e me la prendo ancora di fronte al paradosso che diventa quotidianità e al parossismo che nemmeno fa fremere le foglie morte di chi finge di avere una coscienza sociale.
Come siamo arrivati a tutto questo? Stravolgendo persino quel buon saggio indiano che voleva le tre scimmiette intente a non dire il male a non vedere il male e a non sentire il male, semplicemente ci limitiamo più genericamente a non vedere , non sentire, non dire e tanto basta. Mentre ogni giorno è più netta la sensazione che tutto vada a rotoli e che siamo cotti a puntino per l'inizio della fine viene sempre più spesso voglia di fermarsi immobili a guardare questa follia rigenerare e degenerare ancora ma mentre tutto passa velocemente e le false notizie masticano i fatti e sputano in faccia a chi di verità ancora ha sete un misto tra palese bugia e sconfortante sintomo di realtà, qualcuno mostra ancora forte i pugni. Una soluzione ci sarebbe stata, prima dell'inizio di tutto, prima di tutto questo e non resta che chiederci in questa realtà surreale di quanto sarebbe bello se potessimo ipotizzare un'alternativa di altro tipo al origine di tutto...
Cordialmente...

ClaudioAnarchico

"SE QUELLA NOTTE, PER DIVIN CONSIGLIO, LA DONNA ROSA, CONCEPENDO SILVIO, AVESSE DATO A UN UOMO DI MILANO INVECE DELLA TOPA IL DERETANO, L'AVREBBE PRESO IN CULO QUELLA SERA SOL DONNA ROSA, E NON L'ITALIA INTERA!"

Roberto Benigni

Dopo queste parole, regalateci dal "guru" Claudio, mio saggio consigliere e amico, che con consapevolezza, e vigore, ha introdotto a noi le parole di un grande pensatore e uomo quale è Roberto Benigni, ed un grazie anche a Marco, poichè se non mi avesse dato lui questa poesia, ne io ne voi la conosceremmo, a me cosa rimane da dire.....ben poco, ma due righe le lascio a voi volentieri.
Ha ragione il toscanaccio quando si rivolge a "donna Rosa", cara Rosa, che Iddio ti abbia in gloria, non vorremmo fosse di meno, ma noi italiani un appunto vorremo porgerlo, come Roberto dice, ma quella sera, era proprio necessario fare ciò che hai fatto? No, perchè è duopo dirlo....

E' stato più ingegnoso e furbo "mastro Geppetto" perchè è uscito meglio Pinocchio con una sega che tuo figlio con una scopata! "Scusa le volgarità eventuali....."

16 comments:

oudeis said...

mitico Peppone
Scusa so che non centra nulla, ma domani mattina veros le 11 sarò allo star shpo se hai la possibilità possiamo beccarci lì.
Un salutone
Carmine
:)

Arcadi said...

Peppò... fai i fatti non le parole. Prendi il potere se non ti piacciono come stanno le cose. Verba volans...scripta Manent.

BanditoSenzaTempo! said...

Ok allora,iniziamo con fare fuori tutte le teste di cazzo che seguono lo psiconano!!!

ClaudioAnarchico said...

... Dobbiamo Essere Audaci,Dobbiamo Essere Chi Siamo E Non Indietreggiare ...

"Chi deve morire è già morto e un morto non è più niente" EURIPIDE

Lottare fino alla conquista dei nostri sogni.....

Peppone said...

Caro Carmine, purtroppo con m io enorme rammarico non potrò esserci, poichè sono costretto al letto con 38 di febbre, mi maledico per questo, spero di poter avere un altra occasione, un enorme saluto e grazie per esserti ricordato

Caro arcadi, io non mi inalbero quando tu ed altri inveite sul mio essere comunista, e credimi se fosse fattibile lo avrei già preso il potere, ma la politica è un mondo che non fa per me, ma come ogni libero cittadino, sono libero di dire quel che voglio, anche se ancora per poco, poichè nel mondo che sta disegnando il vostro Silvio, starà bene solo chi è come voi, anzi, starà bene solo lui, aprite gli occhi!!!!!

Mitico bandito senza tempo, mi trovi sempre d'accordo, anche se credo che non bisognerebbe ammazzare chi è con lo psico nano, sarebbe eccessivo, ma penso che andando avanti si renderanno conto che la loro scelta li porterà al baratro

Grande guru, come al solito con le tue parole mi incanti e mi lasci di stucco, null'altro posso aggiungere, grazie a tutti

Arcadi said...

eh Peppò... finchè non stai dalla parte della barricata opposta non potrai mai capire... ma ti voglio bene lo stesso. Per quanto riguarda Banditosenzatempo, e le teste di cazzo io sono una di quelle. quando vuoi ti aspetto.....

BanditoSenzaTempo said...

X IL signor ARCADI:ho notato che si è leggermente risentito,le do un consiglio,si alleni a stare a testa in giù,mi raccomando,le potrà tornare molto utile!

Peppone said...

Caro boss, puoi stare tranquillo che dall'altra parte della barricata non mi ci vedrai mai, piuttosto la morte, poichè chi viene da una famiglia di operai e contadini, che da sempre rappresentano il popolo, chi come nonno ha avuto un prigioniero di guerra in Germania, e ha sentito le storie raccapriccianti che racconta, non voterà mai per un nuovo dittatore, soprattutto se si chiama Silvio Berlusconi! Ma comprendo il tuo punto di vista, te l'ho sempre detto, ,lo comprendo, ma mai lo condividerò, e lo sai che ti voglio bene anche io, ma purtroppo su questo punto non saremo mai d'accordo, ti faccio un esempio, da un testimone di Geova, ti lasceresti mai convertire?........

Marco Dale said...

Eeeeeeeeeehhhh volano parole grosse,in questi casi evito di lasciare commenti,non vorrei essere sfidato a duello da nessuno!!!

Arcadi said...

beh, anche la mia famiglia è di contadini, anche mio nonno è stato prigioniero di guerra e papà sindacalista per 40 anni. Toh detto tutto....

x il SIGNORBANDITOBLABLABLA... quando vuoi la testa te la faccio abbassare io..... gratis....

Peppone said...

Allora, sia ben chiaro che sul mio blog hanno tutti libertà di parola, di destra, di sinistra,di centro, e di qualunque schieramento e fazione,ceto sociale ecc. ecc. perciò,rimaniamo tranquilli, senza alterare animi e parole, senza minacce da nessuna parte,ok? Poichè non tutti potrebbero apprezzare i toni e gli animi, anticipatamente ringrazio tutti comprendendo ogni punto di vista pur non condividendolo

Arcadi said...

purtroppo Peppe, una cosa che noto spesso è che "l'altra parte" in molti blog, tende a "offendere" un pò con troppa facilità. Per chi non mi conoscesse, spiego che nonostante sia di destra do lavoro a 25 persone e per me è un obbligo morale, non politico sostenerle. Non amo essere chiamato "testa di cazzo" per le mie idee di destra, ma riscontro che la "sinistra" ha basato la sua campagna politica sullo scredito e sulla demagogia mediatica contro il "patrimonio" di Berlusconi e come volevasi dimostrare..... ha perso. meditare...meditare.. meditare.. per citare voi... SI PUò FARE....

Peppone said...

Ascolta, io so che dai lavoro a 25 persone, e apprezzo, come tante altre persone, ma ogni volta che si parla di politica, avanza sempre la superiorità di stare a destra, a me non interessa, perchè da un orecchio mi entra, e dall'altro mi esce, perchè potete cantarvela e suonarvela, mi rompe le scatole che il mio blog venga usato come una chat, al fine di far valere la propria supremazia, a questo non ci sto, se qualcosa di quel che scrivo non piace, basta dirlo, senza esagerare, senza creare guerre interne, mi da fastidio che questo blog venga portato ad essere un talk show di serie b, siamo tutti adulti, non comportiamoci da bambini, magari non a tutti potrebbe interessare. Con questo spero di entrare nei vostri cuori e nelle vostre menti, ma soprattutto spero di non tornare più sull'argomento, grazie Boss, Bandito e quanti altri

BanditoSenzaTempo said...

Mi presento,mi chiamo Cesare,ho 48 anni,sono nato e vivo nel nord Italia,ma ritengo la mia regione molto più a sud di quanto si possa immaginare grazie alla mia gente che vive di tradizioni e ha radici profonde e forti.
All’età di 25 anni ho deciso di dare una sterzata alla mia vita investendo tutti i miei risparmi,era l’unico modo per venire fuori,fino a quel momento essendo il primo genito,ho tirato su con sacrifici due fratelli e una sorella,aiutando mia madre con ogni mezzo,visto che mio padre è morto che eravamo ancora piccoli.
La vita l’ho dovuta affrontare a muso duro,la strada davanti a me non l’ho trovata spianata,quante cadute,quante lacrime,poi è arrivata la luce,pensavo di dover affondare ancora di più nel fango e invece sono riuscito a riemergere,ho colto a volo l'occasione della mia vita,quell'occasione che auguro a tutti,almeno una volta nella vita.
Oggi ho un’azienda che produce un utile annuo notevole,che mi permette di vivere e togliermi molti sfizi (dopo aver patito e sofferto credo di meritarmelo),do lavoro a un bel po’ di persone,non sto qui a dare numeri,la maggior parte di loro vivono nel paese dove dove è situtata la fabbrica,provate a fare un conto!!Ho ben impresso i loro visi,sono in grado di abbinare i loro nomi con i loro volti,per me loro non sono carne da macello,non sono dei numeri,per me loro sono una famiglia,un bene prezioso,oltre che dal lato lavorativo anche da quello umano.
La mattina mi sveglio intorno alle 5 e 30,accendo tutte le luci e le macchine d’aerazione, indosso una tuta da lavoro,quando sono nella fabbrica i miei ragazzi mi chiamano per nome “Cesare,mi dai una mano a scaricare il farro!!” “Cesare,per cortesia mi aiuti a far ripartire il rullo”,a pranzo siamo seduti a mangiare spalla a spalla,parliamo di calcio,donne,delle nostre famiglie,Cesare è un uomo comune che non ostenta il suo benessere,non si vanta dell’ultima macchina acquistata,Cesare sa cosa vuol dire non avere da mangiare,Cesare sa cosa vuol dire andare al letto e piangere in silenzio in modo che la madre non lo senta,una madre che ha dovuto rinunciare al fiore dei suoi anni per tirare su 4 figli,Cesare è uno che nasce davvero dalla terra!

Per quanto riguarda la nostra discussione vorrei dire che mi sento davvero preso in giro quando mi sento dare del coglione da una persona solo perché voto a sinistra,per quanto riguarda il tendere “a offendere un pò con troppa facilità”,il signore innominabile credo sia un vero maestro.
CARO ARCADI ,TI CHIEDO SCUSA SE IN QUALCHE MODO TI HO OFFESO,IO GENERIZZAVO NON AVEVO ASSOLUTAMETE PRESO DI MIRA NE TE,NE TANTOMENO QUALSIAISI ALTRO LETTORE DEL BLOG DEL CARISSIMO PEPPONE,TI PORGO DI NUOVO LE MIE SCUSE,E LE PORGO ANCHE A TE PEPPONE!
Vi regalo un detto della mia terra,chi cuol capire capisca:
"L’inteligiànt vòl savàir,al sumarnaz vòl insgnèr."
In fede
CESARE V. o meglio BANDITOSENZATEMPO

Cecco Angiolieri said...

Ciao,Peppone il blog è tuo ma io non posso astenermi!! Non dispiacerti se torno a "battere" ma vorrei solo dire la mia ..... ovviamente se Arcadi permette!!!! Gisto per presentarmi,perchè nessuno mi conosce e io non conosco voi, penso ke potrei trovare una giusta collocazione politica nell'.....UTOPIAPUNTOEBASTA perchè nessuna persone e con esso nessuno schieramento politico d'oggi incarna il mio pensiero!!!!!Finita questa breve presentazione non posso fare a meno di notare come si scaldino svelti gl'animi sentendosi subito colpiti in prima persona. Una volta la politica era fatta dal popolo era il popolo,oggi la politica è fatta da gente arrivata, a cui non manca nulla o quasi se non il potere decisionale come un dittatore!!!!
Allora mi chiedo a cosa serve insultare????? E' possibile capire perche' Arcadi, suppongo forzista,come tutti quelli ke spacciano "i COGLIONI" come gente diversa da loro si risenta COME PARTE LESA per l'appellativo testa di cazzo????? D'ALTRONDE A VOLTE SI DA ...... e..... A VOLTE SI RICEVE.... LA DIFFERENZA LA FA SAPER RICEVERE......grazie Peppone e saluti a tutti!!!

Arcadi said...

@Bandito senza Tempo: Piacere. Il mio nome è Marco De Rosa. 10 anni fa ho mandato a 'Fanculo l'ufficio presso il quale lavoravo e ho investito TUTTO ma proprio TUTTO nella mia attività attuale. Io sono una persona soddisfatta dalla vita, perchè sono ottimista di natura, non guardo mai il bicchiere quando è mezzo pieno o mezzo vuoto. Semplicemente, lo bevo e ne assaporo tutto il gusto. Tu come me, puoi capire cosa vuol dire essere imprenditori, e da quello che ho letto, come me hai ingoiato tanti di quei bocconi amari che non basterebbe una betoniera di zucchero Eridania per addolcirli. Anch'io lavoro spalla a spalla con i miei, accendo le luci per primo ed ogni giorno, mi piace per qualche secondo starmene nel silenzio immerso della mia azienda prima di "accendere" tutto. non so cosa vuol dire dormire otto ore di fila e non mi vanto di macchine (che potrei comprarmi tranquillamente) perchè non sarebbe giusto. Come te, considero i miei "figli", perchè non amo chiamarli operai, li chiamo "figli" parte di me, parte di un sogno che realizzo ogni giorno. Il fatto di "farli lavorare" non mantenerli perchè si mantengono con il loro lavoro, è un dovere morale da parte mia, dovere che mi sono assunto quando ho deciso di diventare Imprenditore. Quello che penso? Penso che Peppe, abbia dato la possibilità di aprirci e far si che si scoprano le cose. A destra o a sinistra, comunque vedo pronte persone "avide". come già detto, ridetto, prendiamo noi il potere. in fondo l'Italia è un'azienda e noi abbiamo dimostrato che le aziende, senza compromessi politici, le sappiamo mandare avanti. Piacere Marco De Rosa

p.s. sono d'accordo anche con Cecco, e non me ne voglia Peppe se pubblico questa mia risposta in entrambi i suoi post.
pp.ss. Grazie Peppe, anche se sono due mesi che non ci vediamo, sai la stima che nutro per te e l'amicizia che mi lega a te e da oggi a "Bandito".

Facciamo un incontro tutti.... vi va???? (ma senza parlare di politica)