Friday, August 01, 2008

HELL BOY.....the golden army


Ieri sera, abbiamo visto il secondo capitolo di Hell Boy, la creatura di Mike Mignola, portata sul grande schermo da Guillermo Del Toro, gia regista del primo, di Sin City, e del secondo e terzo capitolo di Blade.
Devo dire che come per il primo film, la pellicola non mi ha affatto deluso, anzi, è stato davvero un bel film, certo non da oscar, ma comunque uno di quei film, che rivedresti magari, anche una seconda volta al cinema.
Ron Perlman, attore un po' bistrattato da Hollywood, ma che ricordiamo sicuramente per la grande interpretazione del monaco sciroccato Salvatore, ne Il Nome della Rosa, o come capo del manipolo di vampiri in Blade 2, qui si riconferma alla grandissima nel ruolo del figlio degli inferi, rendendo pienamente tridimensionale la creatura del grande Mignola, in un turbinio di azione, Humor, sentimenti ed ilarità.
Insomma, la pellicola scivola adagiamente su dei binari classici, ma sorprendenti. Del Toro, inserisce in questo film, il filone del fantasy, a lui molto caro, narrandoci la storia del popolo delle foreste, o meglio, di Elfi, Orchi, Goblin e fatine, che da sempre in conflitto con l'umanità, che come nella realtà, è sterminatrice della natura e degli esseri che la rendono rigogliosa.
Perciò il Re degli Elfi, fa costruire dal miglior fabbro Goblin, un armata di guerrieri meccanici, 70 volte 70 macchine dorate e spietate, che vengonon comandate da una corona magica.
Dopo anni di guerra, le due fazioni giungono ad una tregua, ma il figlio del Re, indomabile spirito guerriero, non concorda con l'idea del padre, e così si esilia, fino a quando non sarà pronto a guidare l'armata d'oro........



Così con questi presupposti fantasy, la pellicola sbalordisce, grazie anche al naturale inserimento di nuovi personaggi, come il temibile principe degli Elfi, o Johann Crauss ( medium tedesco, ridotto a gas ectoplasmico, e confinato in una tuta di contenimento), nuovo direttore del B.P.R.D., o meglio Bureau for Paranormal Research and Defense, oltre ai soliti Red (nomignolo di Hell Boy) Liz Sherman, ed Abe Sapien.Insomma, se vi è piaciuto il primo capitolo, e non avete ancora visto il secondo......muovetevi, che aspettate!!!!!





P.S. davvero esilarante la scena in cui cantano la canzone I can't smile Without You

7 comments:

Luke Broonier said...

Sicuro che DelToro abbia diretto anche Sin City? A me sembrava solo Rodriguez e Miller...

In un momento particolare del film c'è stato anche lo zampino sceneggiatore di Quentin Tarantino...

Arcadi said...

io al cinema non t'invito più....

Peppone said...

Credo tu abbia ragione Luke, mi sono confuso con Rodriguez......pardon!

Scusa boss, hai ragione, ma la decisione di vedere Hell Boy è stata repentina, visto che eravamo andati al cinema per vedere Batman, ma purtroppo era gia cominciato, e comunque siamo andati al Warner Village, e so quanto ti repelle......pardon anche a te

saluri said...

veramente a me il primo non ha entusiasmato, non so se me lo vedrò al cinema, ma ti assicuro che batman vale la pena :)

Tencar said...

alvise, a quanto il tuo film "Lo squartatore di gatti"?

saluri said...

ma dai, ne ho ucciso solo uno!!! involontariamente!!!!
ma lo sai che ho ritrovato il cadavere di un gatto spostando la legna sotto le scale? XD
ti devo passa la foto

Peppone said...

Siete ributtanti!!!!!!!!!