Sunday, August 24, 2008

BELLO E' RITORNARE, MA ANDARE FORSE E' MEGLIO......


Con questa frase si conclude una canzone dei Nomadi, che si intitola "cammina cammina"che è anche una delle mie preferite, e credo che mai più frase è stata azzeccata.




In questa estate ormai quasi inesorabilmente agli sgoccioli, mi approprio di questa frase per parlarvi delle mie/nostre vacanze, per chi segue il mio blog non c'è neanche bisogno di dire dove sono/siamo stati, ma per i più distratti, ricordo che per il terzo anno consecutivo, la mia "Gang" è stata in Salento, Otranto nello specifico. Credo davvero che questo, sia un posto di cui non ci si stancherebbe mai, e i tre anni di vacanza ne sono un lampante esempio, è vero anche che amandoli, rivedi molto più che volentieri anche gli stessi posti, senza disdegnare la scoperta di trovarne di nuovi, e così come consuetudine abbiamo fatto.

Sempre in nome della consuetudine, abbiamo vissuto nello stesso agriturismo, poichè il calcio insegna che "squadra che vince non si cambia".
La compagnia rispetto all'anno precedente è stata rimpinguata, e in otto ci siamo proposti come villeggianti.
Viene da se dire che, nelle case lo scompiglio regnava sovrano, caos ed entropia governavano, soprattutto se oltre ai classici vacanzieri zoccolo duro di sempre, si aggiunge un irrefrenabile "Lupo"!!!!!!
E ci sono filmati e foto a documentare il tutto, che dire, gavettoni, invasioni di zombie, schiuma gay party.........vabbò (termine che nella rubrica l'abruzzese per tutti, indica la contrazione del termine va bene) non ci siamo fatti mancare nulla, compreso un Labrador di taglia large che risponde al nome di Augusto, e che in breve tempo ci ha confidato di voler ottenere il brevetto di cane nuotatore da salvataggio.
Tra mare, sole, ottimo cibo come sempre, tornei di bocce in cui giovani vecchi si sfidavano, e vecchi giovani si davano battaglia, abbiamo anche cercato, mè nello specifico, di finire più volte in ospedale.......ma si sa che i ragazzi sono ragazzi.....il tutto è stato davvero fregno! (altro termine con cui l'autoctono pescarese, vuole indicare qualcosa di divertente)
Anche il primo pomeriggio di vacanza passato a fare i bambini delle favelas, sotto gli irrigatori per annaffiare il prato...........

Comunque, morale della fevola rimane che, le vacanze vengono una volta l'anno, che si sia in tanti o in pochi, rimane il fatto che si vivano in maniera tranquilla e spensierata, consapevoli del fatto che si sta insieme per divertirsi......con ciò vi lascio dicendovi......

CAMMINA, CAMMINA, QUANTE SCARPE CONSUMATE, QUANTE STRADE COLORATE........CAMMINA CAMMINA.......

4 comments:

Marco Dale said...

A Pè ma la mia foto con la tipica espressione da contadino vietnamita non l'hai pubblicata!!!!

Anonymous said...

non permetterti mai piu' di identificare il mio cane con l'appellativo xl e si mi ha chiesto di fare il bagnino!mary

Marco Dale said...

lo sguardo di "zombie" Luigi ha ben poco del morto!!!

Peppone said...

Vabbè, lo sai com'è quell'imbecille, prima fa il cazzone, poi si rende conto che doveva fare ben altro