Wednesday, February 20, 2008

OCCHI VUOTI

Tante volte, mi siedo davanti al mio computer, senza sapere cosa scrivere, e questa volta non è diverso, però dentro di me, tiro un bel respiro, e le mie dita scorrono sulla tastiera, ormai quasi velocemente come faccio con il cellulare.
Il nuovo giorno è già arrivato, da una mezz'oretta ormai, ma ancora non si sente il cambiamento del vecchio col nuovo, la mia musica come un amante stranamente fedele, mi accompagna in questo ennesimo viaggio, scandendo e trascinando parole, parole di canzoni d'amore, che per caso in una delle mie tante play list I tunes è andata a pescare.
Augusto D'Aolio,canta per me, e come ad un vecchio caro amico, io gli sorrido, e vorrei raccontargli, che quel che sta cantando, un po' mi appartiene, e non perchè ho sentito questa canzone mille volte, ma perchè per tanti aspetti la mia vita è un po' una grande canzone, un po' triste, tante volte allegra, con cose da dimenticare, cose da ricordare, cose che anche se non vuoi ti segnano e le porterai dentro per sempre.
E allora penso che questo mio vecchio e caro amico mi capirebbe, e per farmi sorridere a sua volta, mi dedicherebbe una canzone.
sapete, quando avete tante cose da fare, e avete poco tempo, ma la mente e il cuore ti portano da qualcosa che ormai non c'è più, o si è trasformata, e tu razionalmente ti rimproveri dicendo "ah Pè, hai altre cose da fare, lascia perdere quel che ormai non puoi fare più", e tu lo sai, ma comunque mandi a fare in culo la voce della tua coscienza, perchè continui a volere quel che non puoi avere.
Ecco, la mia vita è pressappoco così.
Ma in fondo, anche se incasinata, piatta o monotona, è la mia vita, ed è l'unica che ho, e allora penso che me andrò a letto, dormire di solito schiarisce le idee, il risveglio ti pone sempre davanti ad una nuova prospettiva, e magari imponendomi un orario decente per alzarmi, potrò cominciare a dedicare il mio tempo a tutti i progetti aperti.
E così, anche quasi inconsapevolmente, quel che non hai più, o si è trasformato, comincerà a piacerti più di come era prima......magari, e tutto il vuoto si riempie, riempiendo così anche i miei occhi vuoti.....buonanotte a tutti......che sia migliore....

Peppe

2 comments:

Anonymous said...

Caro amico mio, con te ho condiviso momenti belli e brutti che restano indelebili nella mia mente. Grazie a te ho la consapevolezza che a volte una sana e sincera amicizia può rendere accettabile anche l'orrore da cui si è circondati! Non scorderò mai il bel periodo in cui lavoravamo insieme e non ti nego che provo invidia per i tuoi nuovi colleghi di turno perchè con te hanno guadagnato tanto. Purtroppo per me le cose non sono andate per il verso giusto e non so se torneranno mai a posto! Spesso capita anche a me di vedere tutto grigio e capisco benissimo come ti senti e soprattutto di cosa parli quando dici di volere con tutte le forze quello che non puoi avere!!!
Forse dire di farsi coraggio è pura ipocrisia perchè sappiamo bene entrambi che la vita a volte non va come uno se la aspetta però una cosa voglio dirtela con il cuore; resta sempre la persona leale e sincera che sei e non perdere mai la dignità che è la cosa che ci distingue dalle bestie. Ricordati infine che in ogni momento, in ogni posto o quando tu lo vorrai io per te ci sarò sempre.

daddypepp said...

Grazie infinite mio caro amico, nessuna parola potrebbe mai rendere giustizia a quelle che magnificamente mi hai regalato. E' vero, in tanti anni di lavoro, abbiamo condiviso gioie e dolori, che nessuno mai, aldilà di noi potrebbe mai capire. Lealtà, amicizia e sincerità, sono state le nostre maestre, e tu più di ogni altro, sei stato maestro di lavoro e di vita, in tante occasioni per me.
Come ci diciamo spesso, arriverà il momento, in cui il grigiore dei momenti bui svanirà per lasciare il posto alla serenità! Io ci credo davvero......perchè di persone vere come noi, ce ne sono pochissime......grazie di tutto......e ricorda....per te, qualunque cosa amico mio!