Saturday, October 27, 2007

PESCARA

A volte è strano,vivi in una città per ventisei anni,e non ti accorgi di quanto è radicata in te.Molto spesso il traffico e i pescaresi,entrambi figli della stessa madre,sanno fars davvero detestare,ma stasera mentre torno a Città Sant'angelo,mio paese d'adozione,mi rendo conto di quanto mi mancae di quanto ami la mia Pescara.
Forse perchè la vedo con le luci notturne,sotto la pioggia incessante.......e con un sottofondo perfetto come i mitici DIRE STRAITS.........ma i pescherecci ormeggiati al porto,sono balsamo per occhi e cuore.
Il mare nero di notte,e scuro d'umore è maestoso e bellissimo,e annuncia la sua presenza solo con una lacrima di schiuma bianca........l'arenile deserto e le fila di lampioni mi fanno sentire come in un film,e mentre varco il confine con Montesilvano,riesco quasi a vederne i titoli di coda,naturalmente accompagnati dalla superba chitarra di MARK KNOPPLFER......addirittura per non dimenticare ciò che ho negli occhi e nel cuore adesso,sto appuntando tutto sul cellulare (da galera,ma vi assicuro che ne vale la pena).........e allora con queste emozioni che stringo nel mio io,ti saluto Pescara,mia bella e amata città,con un bacio sulle labbra,come si fa con la più desiderata delle amanti........a presto,tuo per sempre........
.......Giuseppe

2 comments:

Marco said...

Colonna sonora a parte..."Dire Straits....ma che è sta merda????(CLAUDIA)" la tua descrizione di Pescara è bellissima e mi ha messo un magone pari a quello di un emigrante che vede la sua città su una cartolina!!!!

Anonymous said...

Hmmmm.... rifletto hmmmm....

Gismond!!!